Affiliazione WTKF e Progetto competizione FUKUGO/EMBU – SEMINARIO REGIONALE

A metà novembre 2018, la F.I.K. Federazione Italiana Karate ha ottenuto un altro prestigioso traguardo politico internazionale.

Infatti la nostra federazione è stata riconosciuta come unico membro italiano per la W.T.K.F. - World Traditional Karate Federation. Nell’organizzazione mondiale di cui sopra, oltre ad organizzare campionati continentali e mondiali di karate, con le classiche competizioni di kata/kumite individuali/squadre, organizza anche le competizioni di “FUKUGO” e “EMBU”, su cui la FIK già stava investendo (si pensi alle dimostrazioni svolte in occasione dello Stage Nazionale a Caorle lo scorso settembre) e sta mettendo in piedi un progetto nazionale di competizione.

FUKUGO: Gara mista kata/kumite. Per competere in questa specialità, l’atleta deve essere un buon combattente e un buon esecutore di kata.Infatti la prima prova che gli atleti devono superare è il kata con valutazione a bandierine con esecuzione in simultanea. L’atleta che riuscirà a vincere il confronto dovrà successivamente confrontarsi nella prova di kumite, pertanto avremo un’alternanza tra kata e kumite. La finale è sempre decisa con la prova di kumite. Il kata che gli atleti dovranno eseguire è sempre il Kitei. Il kata è nato circa trent’anni fa dai capiscuola dei tre stili okinawensi: gojuryu, shitoryu, e shotokan, con lo scopo di riunire in un unico kata i suddetti tre stili tradizionali; nell’esecuzione infatti si possono notare elementi di ciascuno.

EMBU: In questa prova viene evidenziato lo studio della difesa personale. I due contendenti devono dimostrare l’efficacia della tecnica tramite un combattimento predefinito. All’interno di questa prova possiamo inserire lo studio di tecniche che normalmente non vengono utilizzate nelle gare di kumite sportivo. Le squadre sono composte da coppie: uomo/donna e uomo/uomo. Il regolamento vuole che ci siano delle tecniche fisse da inserire durante la prova, poi il resto è di libera “costruzione”. Nella coppia uomo/donna, la donna non deve mai avere l’iniziativa dell’attacco, ma deve sempre difendersi e in conclusione effettuare il to dome (tecnica risolutiva). La prova deve avere la durata di un minuto con uno scarto ammesso di +/- 5 secondi. Se non verrà rispettato questo tempo, la coppia subirà una penalità. Il criterio di valutazione è a punteggio, i primi 4 punteggi più alti disputeranno la prova per la finale.

Al fine di dare corpo allo sviluppo del progetto di competizione FUKUGO ed EMBU, è previsto un seminario di formazione che si svolgerà Sabato 16/3 a Bagno a Ripoli (FI) in via Roma, presso la palestra della scuola Granacci, dalle 16,00 alle 18,30, diretto dal M° Michele Romano.